Perché hai bisogno di una content strategy

4 minuti   Copywriting

By Riccardo Bellegia

Perché hai bisogno di una content strategy

Di cosa parleremo oggi

“Il content senza strategy è un king senza castle”

Se il caro vecchio Bill Gates afferma con forza che “Content is king”, vale la pena approfondire ciò che veramente rende “king” questi “content”: la content strategy.

Cos’è una content strategy?

La content strategy è un approccio pianificato e strategico alla creazione, pubblicazione e gestione di contenuti con l’obiettivo di raggiungere specifici risultati. Essa implica la comprensione del pubblico target, la determinazione degli obiettivi e la creazione di un piano editoriale su molteplici o singoli canali.

La content strategy riguarda quindi non solo la produzione di contenuti, ma anche la loro finalità, organizzazione, distribuzione, analisi e valutazione, e non va confusa con il content marketing, che è una tattica specifica all’interno di questa strategia più ampia.

Mentre il content marketing si concentra sulla sola creazione e distribuzione di contenuti, la content strategy – come ogni strategia – fornisce il quadro e la direzione per queste attività.

I componenti chiave di una content strategy

Prima di costruire una content strategy , dobbiamo considerare attentamente alcuni componenti chiave, senza i quali ogni strategia sarà sì un castello, ma un castello di carte pronto a cadere al primo soffio di vento contrario.

  • Obiettivi e KPI: come in ogni strategia, fondamentale delineare e comprendere gli obiettivi da raggiungere e come il content marketing può contribuire a raggiungerli. La content strategy deve essere allineata a questi obiettivi;
  • Target e profilo dell’audience: comprendere il proprio pubblico target è essenziale. A seconda del prodotto o servizio per cui stiamo lavorando e degli obiettivi che dobbiamo raggiungere, oltre alle informazioni demografiche e ai modelli di comportamento, dovremo avere una conoscenza profonda di obiettivi e bisogni del target;
  • Piano di produzione e gestione dei contenuti: la gestione dei contenuti forma parte della strategia e comprende la razionalizzazione del processo di produzione, inclusi la creazione, l’editing, l’organizzazione, la distribuzione e la promozione dei contenuti;
  • Budget e Team: sembra una banalità, ma è importante considerare il budget e le risorse umane a disposizione, entrambi fattori che determineranno l’esecuzione e il successo della strategia. Delineare una strategia troppo ambiziosa per il budget e le risorse a disposizione è un errore molto comune.

I componenti chiave di una Content Strategy

Come creare una content strategy

Per sviluppare una content strategy efficace ci sono degli step che possiamo seguire, anche se ogni strategia avrà delle caratteristiche e dei processi unici che ne definiranno il successo.

  • Ricerca e analisi dell’audience: utilizza strumenti come analisi demografiche, indagini online e piattaforme di social listening per comprendere a fondo il tuo target. Questa fase è cruciale per generare contenuti che rispondano alle esigenze e agli interessi del tuo pubblico;
  • Analisi della concorrenza: impiega strumenti di analisi competitiva per identificare opportunità e lacune nei contenuti dei tuoi concorrenti. Strumenti come SEMrush possono fornire insight preziosi su cosa funziona nel tuo settore;
  • Definizione degli obiettivi: stabilisci obiettivi SMART (Specifici, Misurabili, Raggiungibili, Rilevanti, Temporali) per la tua content strategy. Considera l’uso di dashboard di marketing e software di analisi per tracciare i progressi verso questi obiettivi;
  • Stabilire messaggio e tono di voce: definisci il tono e lo stile dei tuoi contenuti, assicurandoti che siano coerenti in tutti i canali. Utilizza linee guida di brand e feedback del pubblico per affinare il tuo approccio;
  • Costruire un piano: sviluppa un piano editoriale dettagliato, impiegando strumenti di pianificazione dei contenuti come calendari editoriali e software di gestione dei progetti. Questo dovrebbe includere i tipi di contenuti, la frequenza di pubblicazione e i canali di distribuzione;
  • Traccia e analizza le prestazioni dei contenuti: monitora le prestazioni dei tuoi contenuti con strumenti di analisi e metriche di engagement per ottimizzare continuamente la tua strategia. Strumenti come Google Analytics possono fornire dati preziosi sul comportamento del pubblico e sull’efficacia dei contenuti.

Come definire obiettivi efficaci per la tua content strategy

Gli obiettivi (di business e strategici) forniscono un benchmark per valutare il successo dei contenuti e sono fondamentali per ottimizzare e migliorare la produzione. Gli obiettivi dovrebbero essere sempre specifici, misurabili, raggiungibili, rilevanti e temporali.

Ecco alcuni esempi classici di obiettivi a cui una content strategy dovrà rispondere:

Obiettivo Awareness:

  • Aumentare i visitatori del sito web del 5%;
  • Incrementare del 20% i follower sui social media.

Obiettivo Engagement:

  • Aumentare del 20% il tasso di engagement su LinkedIn;
  • Aumentare del 15% il tasso di engagement su Instagram.

Obiettivo Retention:

  • Aumentare la fidelizzazione del 40% attraverso contenuti pratici, upsell e offerte esclusive, veicolati tramite newsletter segmentate su base settimanale.

Obiettivo Lead Acquisition:

  • Ridurre i costi di acquisizione migliorando il traffico organico con contenuti SEO, diminuendo la spesa pubblicitaria e convertendo più clienti tramite risorse di valore.

Ora che hai obiettivi chiari, come questi, fai andare la fantasia e trova la tua content strategy.

Come creare una Content Strategy

Perché serve una content strategy?

La content strategy permette di creare valore attraverso contenuti allineandosi con gli obiettivi di business e le esigenze del pubblico target. Post social, articoli o email che funzionano bene possono capitare anche per caso, ma senza una strategia è impossibile che i nostri contenuti diventino un asset vero e proprio.

Una buona content strategy rende la produzione di contenuto più efficiente e produttiva (e quindi, in senso lato, economica) rispetto alla creazione di contenuti improvvisata: pianificando ciò che serve per il mese, il trimestre o addirittura l’anno, è possibile dividere e calcolare il budget in maniera ottimale e assegnare le risorse nei modi migliori.

Un approccio basato sui dati al content marketing aiuta a comprendere quali tipi di contenuti sono più importanti per il proprio business, creando così ciò che veramente ha un impatto per il proprio pubblico.

Conclusioni

Concludendo, la content strategy è molto più di un semplice insieme di linee guida per i contenuti; è una visione strategica che dà vita e direzione ad una parte dell’investimento in marketing. Questa strategia trasforma idee sparse in un insieme di contenuti creati e organizzati per raggiungere degli obiettivi di business.

Una content strategy efficace quindi non solo parla direttamente al target, ma contribuisce in modo significativo agli obiettivi di business.

Scritto da:
Riccardo Bellegia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2024 © LOOP Agency Loop srl, Piazzale Clodio 22, 00195 Roma (RM) - CF e P.IVA 10041740969 - loopsrl@pecditta.com - RM-1551855
Privacy Policy - Cookie Policy

Powered by MarchettiDesign