I migliori template per il Black Friday

4 minuti   Creatività, Facebook Ads

By Emanuela Caponi

I migliori template per il Black Friday

Di cosa parleremo oggi

Il Q4 sarà anche il periodo più caldo dell’anno per questo settore, ma il periodo del BFCM (Black Friday / Cyber Monday) raggiunge decisamente la temperatura del sole. 

Come già saprai, oltre ad essere il quadrimestre più hot dell’anno, il Q4 è anche il più costoso: un’ adv che genera conversioni e acquisti è buona, ma se ha dei costi sostenibili è anche meglio!

Come riuscire nell’impresa? Un visual efficace può aiutare!

Le regole fondamentali

Un visual efficace, per definirsi tale, deve rispondere alle seguenti caratteristiche (che definirei più regole, ma restiamo umili):

  • Chiarezza: non è necessario scrivere la divina commedia, scrivi l’essenziale. Nome della promo, % di sconto, immagine prodotto e cta sono più che sufficienti. L’utente non deve investire troppe energie mentali per leggere e comprendere l’offerta;
  • Focus: è importante che si stabilisca a monte una gerarchia delle info. In questo caso lo sconto e il fatto che si tratti della promozione del black friday deve avere la priorità;
  • Coinvolgimento/engagement: anche l’occhio vuole la sua parte, un’adv chiara e accattivante non guasta mai, soprattutto se il fine è quello di generare interazioni!

Per questo BFCM noi di Loop stiamo testando in supporto alle nostre adv, un tool che ne prevede l’efficacia. Te ne parlerò tra poco!

La gerarchia delle informazioni

La stessa promozione può essere strutturata graficamente in vari modi.
Quindi diversificare i layout dei template per la comunicazione è una delle chiavi per ottenere risultati efficaci.

Qui alcuni esempi (troverete i loghi dei brand e i prodotti riconoscibili oscurati o sfocati).

I migliori template per il black friday: gerarchia delle info

Che si tratti di una creative statica o video, la sostanza non cambia.

La gerarchia delle informazioni, affinché un’adv possa essere efficace, deve essere la seguente:

  • Nome promozione/ black friday / black week;
  • Foto prodotto + valore % dello sconto/ omaggi;
  • Cta iscriviti ora (se si è in fase di lead generation) / ordina ora;
  • Urgency (data in cui si conclude la promo) / scarcity (“fino a esaurimento scorte”).
I migliori template per il black friday: template efficaci per catturare l'attenzione dell'utente.

I migliori template per il black friday: template efficaci per catturare l'attenzione dell'utente.

I migliori template per il black friday: template efficaci per catturare l'attenzione dell'utente.

I migliori template per il black friday: template efficaci per catturare l'attenzione dell'utente.

Non c’è una regola fissa per la composizione dei layout, ciò che importa è che la nostra gerarchia delle informazioni rispetti il nostro ordine di lettura (che va da sinistra verso destra, dall’alto verso il basso).

In sostanza, nel layout dell’adv dai la priorità all’ informazione più importante.

N.B.: se nella promozione trattiamo più prodotti dello stesso tipo, un template efficace può anche essere il seguente che simula la struttura visual della collection.

black fruday: se nella promo trattiamo più prodotti dello stesso tipo, un template efficace può anche essere un template che simula la struttura visual della collection

Tuttavia, quando abbiamo a che fare con un video, il banner con le informazioni della promozione è preferibile tenerlo sulla destra dell’area di riproduzione o sotto.

quando abbiamo a che fare con un video, il banner con le info della promo è preferibile tenerlo sulla destra dell’area di riproduzione o sotto.

quando abbiamo a che fare con un video, il banner con le info della promo è preferibile tenerlo sulla destra dell’area di riproduzione o sotto.

La riproduzione di un video ha di per sé un livello di engagement superiore rispetto all’immagine singola. Per questo motivo è bene che il video stia in alto e/o a sinistra sull’adv così che catturi subito l’attenzione dell’utente che poi, in un secondo momento, potrà volgere la propria attenzione sulla promozione in sé.

È consigliabile, inoltre, sottotitolare* e inserire caption per mantenere la soglia dell’attenzione durante la fruizione del video.

*approfondiremo la questione in un articolo ad hoc.

Altri tipi di template che possono rivelarsi altrettanto efficaci, sono i seguenti.

Questo template funziona bene anche con un collage fotografico dei prodotti, video unboxing in background o uno slideshow video di foto dei prodotti.

Questo template funziona bene anche con un collage fotografico dei prodotti, video unboxing in background o uno slideshow video di foto dei prodotti.

Il focus è incentrato totalmente sul testo: promo, sconto, cta.

Il prodotto c’è, ma rispetto al resto gioca apparentemente un ruolo secondario restando sullo sfondo. Questo tipo di template funziona bene anche con un collage fotografico dei prodotti, video unboxing in background o uno slideshow video di foto dei prodotti.

Riprendendo il discorso per l’immagine singola, è fondamentale che la foto usata sia di per sé accattivante. Meglio ancora usare questo tipo di layout su un pubblico che già conosce il brand e/o il prodotto della promo.

Neurons: il superpotere che vorrei

Innanzitutto, se hai letto fin qui, ti ringrazio per la tua pazienza e attenzione.
Come ho già accennato un paio di paragrafi fa, noi di Loop stiamo testando in supporto alle nostre adv, un tool che ne prevede l’efficacia.

Miracoloso? Innovativo senza dubbio.

Restando sul concreto: se si è impostato il layout delle adv seguendo i punti sopra (chiarezza, focus, engagement), diciamo che Neurons conferma che sei sulla giusta strada!

Come funziona? Te lo spiego subito.

Innanzitutto si accede con il proprio account e si caricano le creative da sottoporre al tool (si possono caricare anche tutte insieme).

Neurons:: noi di loop stiamo testando in supporto alle nostre adv un tool che ne prevede l’efficacia.

Ci sono due modalità con cui si possono analizzare le adv: heatmap e fogmap.
Possiamo già utilizzarle dalla schermata qui sopra per avere un quadro d’insieme delle creative, ma andiamo a vedere nello specifico di cosa si tratta.

La heatmap (o mappa termica) mostra dove si concentra maggiormente l'attenzione sull'adv: ci possono essere più focus, ma se si concentrano nell'area grafica della promo è meglio.

La fogmap (o modalità nebbia), invece, mostra visivamente ciò che lo sguardo dell'utente mette a fuoco: se in questo campo visivo ci sono tutte le info fondamentali della promo, la tua adv ha ottime possibilità di essere efficace.

La heatmap (o mappa termica) mostra dove si concentra maggiormente l’attenzione sull’adv: ci possono essere più focus, ma se si concentrano nell’area grafica della promozione è meglio. La fogmap (o modalità nebbia), invece, mostra visivamente ciò che lo sguardo dell’utente mette a fuoco: se in questo campo visivo ci sono tutte le informazioni fondamentali della promozione… congratulazioni! La tua adv ha ottime possibilità di essere efficace.

Neurons: struttura del tool. Nella parte inferiore dello schermo, sono presenti quattro voci: Cognitive demand, Focus, clarity, endagement.

Nella parte inferiore dello schermo, sono presenti quattro voci:

  • Cognitive demand: lo sforzo mentale che richiede la comprensione della adv;
  • Focus: la “percentuale di superficie” dell’adv che catalizza l’attenzione;
  • Clarity: chiarezza delle informazioni visive e testuali;
  • Engagement: quanto nel complesso la adv potrebbe generare interazioni/coinvolgimento.

Secondo Neurons, un’adv per essere efficace deve avere una bassa percentuale di cognitive demand. Il livello di focus qui è relativo alla quantità e alla disposizione delle informazioni sull’adv (quindi non è un valore estremamente vincolante, ma meglio che in quella anche se piccola percentuale ci siano le info più importanti) e in ultimo i valori di clarity & engagement è bene che siano superiori al 65-70%.

Un’opzione interessante, nel caso in cui la clarity non fosse alta, è quella di visualizzarla nella sua mappa dedicata, che ci evidenzierà quali aree potrebbero risultare poco chiare all’utente.

Ah, il tutto in pochissimi secondi dal caricamento della nostra creative!

Insomma. Un ottimo tool per testare in anteprima le adv prima di metterle online, no?

Ultima informazione: Neurons non è un tool gratuito, ma se ci contatti possiamo farti parlare con il loro team e farti scoprire tutto il mondo al suo interno. Qui il link.

Alla prossima!

Scritto da:
Emanuela Caponi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2022 © LOOP Agency Loop srl, Piazzale Clodio 22, 00195 Roma (RM) - CF e P.IVA 10041740969 - loopsrl@pecditta.com - RM-1551855
Privacy Policy - Cookie Policy

Powered by MarchettiDesign