5 Consigli per vendere di più con il tuo Chatbot

4 minuti   Marketing Automation

By Simone Magazzù

5 Consigli per vendere di più con il tuo Chatbot

Sono anni che lavoro con il marketing conversazionale e costruisco chatbot e il segreto per crearne sempre migliori è solo uno: ottimizzare, ottimizzare, ottimizzare.

Messenger è un canale di Marketing eccezionale per creare rapporti duraturi con i tuoi utenti e comunicare con loro nel format con il tasso di conversione più alto in assoluto: la conversazione. Quindi perché non investirci e cercare di ottimizzare e rendere super profittevoli i nostri flussi?

Ho voluto raccogliere in questo articolo tutte le best practice che ti aiuteranno a vendere di più con il tuo chatbot.

Costruire il tuo chatbot è solo l’inizio

Una volta costruito il chatbot, non è finita qui, anzi, sei solo all’inizio.

Quando costruisci un chatbot, quello che fai sono delle ipotesi, non sai a prescindere cosa funziona in assoluto. Ma più che altro non sai cosa funziona meglio.

Ogni tanto chiedo ai miei followers di inviarmi i loro chatbot per poterli testare. Avere nuovi spunti e nuovi input mi dà modo di imparare cose sempre nuove per costruire automazioni di chat marketing piú efficaci.

Dalle consulenze che faccio ogni giorno mi sono venuti degli spunti interessanti che voglio condividere con te per rendere i tuoi chatbot ancora più performanti e per aumentare le vendite del tuo e-commerce grazie ai chatbot.

Vediamoli uno per uno.

Sfrutta il momentum

Una volta che un utente ci ha lasciato i suoi dati e lo mandiamo nella “thank you page” del nostro chatbot è un vero peccato non sfruttarla per chiedergli qualcosa in più.

Magari l’utente ha ancora qualche minuto da dedicarci, perchè non utilizzarlo a nostro vantaggio?

Chi ci ha appena lasciato i suoi dati è sicuramente un contatto interessato, mi sembra veramente un ottimo motivo per chiedergli di fare uno sforzo in più. Non credi anche tu?

La cosa peggiore è infatti dire “grazie” senza aggiungere neanche una ultima call to action.

Come farlo? Ecco alcune idee:

  1. Chiedigli di andare a visitare una pagina importante del tuo sito web;
  2. Invitalo a condividere il flusso con i suoi amici;
  3. Inserisci un link ad un tuo contenuto gratuito.

Queste sono solo alcune opzioni, la regola base è: sfrutta il momentum e inserisci nel messaggio di ringraziamento una call to action.

Ecco un esempio che mi ha portato il 79% di Ctr in più.

Sfrutta il momentum: non lasciare andar via il contatto senza lasciargli un altra call to action

Usa il remarketing

Non mi stancherò mai di ripeterlo: se una persona non converte subito alla prima interazione, non significa che non sia interessata.

E’ per questo che esiste il remarketing.

Nel momento in cui l’utente è entrato nel nostro chatbot, non sappiamo cosa stesse facendo. Potrebbe essere stato distratto ed essere uscito dalla conversazione.

E’ quindi normale che un utente che entri nel nostro flusso si possa fermare.

Dato che su Messenger possiamo fare remarketing fino a 24h dopo la prima interazione con i nostri utenti, perché non sfruttarle?

Del resto il remarketing sui nostri chatbot è completamente gratuito, sarebbe un vero peccato non inserirlo.

Utilizziamo quindi il remarketing per “sbloccare” l’utente e incentivarlo ad arrivare alla conversione.

In questo modo otterrai più conversioni, sfruttando al massimo il tuo investimento iniziale.

Inserisci un follow up iniziale e magari anche qualche ora dopo: per mia esperienza il remarketing sui nostri chatbot può portare fino al 15% di conversioni in più.

Utilizziamo il remarketing per "sbloccare" l'utente e incentivarlo ad arrivare alla conversione. In questo modo otterrai più conversioni, sfruttando al massimo il tuo investimento iniziale.

Imposta il Main Menu

Il main menu (specialmente su mobile), è una call to action FISSA, sempre visibile a chi naviga il tuo chatbot.

Inserendo i link più importanti nel main menu gli utenti avranno molti spunti per navigare il tuo chatbot!

#Tips: Come primo pulsante non inserire il link più importante, molti utenti potrebbero cliccarlo casualmente.

Come primo pulsante rinvia gli utenti al menu principale. Come secondo pulsante invece inserisci la cta che tra tutte ritieni più importante: invierai in quel punto del tuo chatbot un pubblico più consapevole.

In questo chatbot la CTA più importante è il “Test profumo”, è lì che li volevamo mandare.

Vedi come in questo caso abbiamo ottenuto 2641 click in più?

Il main menu (specialmente su mobile), è una call to action FISSA, sempre visibile a chi naviga il tuo chatbot. Inserendo i link più importanti nel main menu gli utenti avranno molti spunti per navigare il tuo chatbot!

Fai divertire gli utenti

Sembra scontato, ma ti assicuro che non lo è!

Non sai quanti chatbot noiosi mi capitano sotto mano.

Le tue conversazioni non devono essere solo utili, ma anche piacevoli. Crea dei flussi divertenti, ingaggianti che facciano tenere gli utenti incollati allo schermo: l’interazione è l’arma più potente che abbiamo su Messenger.

Ricorda: più il tuo flusso sarà ingaggiante più sarà alto il tasso di completamento.

Come farlo? Ecco alcune best practice:

  • Trova il giusto Tone of voice per il tuo chatbot;
  • Rendi le Cta il più chiare possibili;
  • Usa le Emoji;
  • Scrivi frasi brevi e dinamiche;
  • Aggiungi pause;
  • Usa immagini;
  • Personalizza l’esperienza.

Questi sono tutti i trucchetti che uso io per creare dei chatbot che tengono incollati gli utenti alle conversazioni che creo. Se vuoi approfondire come scrivere il miglior copy per il tuo chatbot, ho scritto un articolo proprio su questo argomento: lo trovi qui.

Ricordati che costruire chatbot è un lavoro di marketing non di tecnica.

Il copy è molto più importante della parte tecnica, d’altronde è l’unica cosa che gli utenti vedono. Non dimentichiamocelo.

Piuttosto che cercare soluzioni complesse, lavoriamo sul copy!

Crea dei flussi divertenti, ingaggianti che facciano tenere gli utenti incollati allo schermo: l’interazione è l’arma più potente che abbiamo su Messenger.

Dov’è il tuo profit flow?

Ogni chatbot ha bisogno di un flusso che avvicini l’utente in modo diretto alla conversione.

Qualunque sia il punto di ingresso dell’utente, cerca quindi di incanalarlo verso il tuo flusso di conversione.

Considera sempre che se un utente è entrato nel tuo chatbot è potenzialmente interessato ai tuoi prodotti o servizi. Una volta che hai la sua attenzione sfruttala per fargli fare un passo in avanti verso la conversione.

Come?

  • Utilizza i flussi di follow up;
  • Usa la thank you page del tuo chatbot;
  • Inserisci il link al flusso di conversione nel main menu.
Ogni chatbot ha bisogno di un flusso che avvicini l’utente in modo diretto alla conversione. Una volta che hai la sua attenzione sfruttala per fargli fare un passo in avanti verso la conversione.

E tu fai già tutte queste cose nei tuoi chatbot? Quali sono le tue best practice per migliorare e ottimizzare i tuoi chatbot? Parliamone nei commenti!

Scritto da:
Simone Magazzù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2021 © LOOP Agency Loop srl, Viale Mazzini 134A, 00195 Roma - CF e P.IVA 10041740969 - loopsrl@pecditta.com - RM-1551855
Privacy Policy - Cookie Policy

Powered by MarchettiDesign